A Fiera Millenaria assegnato il premio Agricoltura Mantovana 2017

A Fiera Millenaria assegnato il premio Agricoltura Mantovana 2017

Nel corso della storica Fiera Millenaria di Gonzaga di Mantova ( 2/10 settembre 2017) è stato assegnato, in data 3 settembre, il premio Agricoltura Mantovana 2017 (c/o Padiglione 0 – Mantova Golosa), in collaborazione con Regione Lombardia, Telemantova ed Ersaf, rappresentata dalla consigliera Ilaria Berra. Le aziende premiate: – Agriturismo Le Caselle di San Giacomo delle Segnate

Nel corso della storica Fiera Millenaria di Gonzaga di Mantova ( 2/10 settembre 2017) è stato assegnato, in data 3 settembre, il premio Agricoltura Mantovana 2017 (c/o Padiglione 0 – Mantova Golosa), in collaborazione con Regione Lombardia, Telemantova ed Ersaf, rappresentata dalla consigliera Ilaria Berra.

Le aziende premiate:
– Agriturismo Le Caselle di San Giacomo delle Segnate

Premio Agricoltura mantovana a Le caselleCondotta da Gianfranco Cantadori insieme alla moglie Raffaella Gangini, l’azienda agricola e agriturismo Le Caselle di San Giacomo delle Segnate è un esempio di allevamento etico, che ha conquistato la notorietà grazie ai 1.200 avicoli allevati ogni anno e alla valorizzazione del cappone dei Gonzaga con ricette uniche come il cappone in vescica di bue con la canna di sambuco.
Sono 7 gli ettari coltivati e a bosco e non manca un laghetto per l’allevamento di pesci, che contribuiscono a mantenere l’equilibrio dell’ecosistema ambientale e la produzione di mostarde con frutta di stagione.
Da due anni l’azienda si distingue per il progetto Terre Vive di Segnate, realizzato col patrocinio Ats Valpadana in collaborazione col Comune di San Giacomo, Unione dei Comuni e Distretto rurale dell’Oltrepò, con l’obiettivo di promuovere i prodotti del territorio e una sana alimentazione, fondamentale per la prevenzione delle malattie tumorali e metaboliche.

– Zappaterra di San Martino dall’Argine

Premio Agricoltura mantovanaI titolari Franco e Ciro Zappaterra puntano sulla sostenibilità e l’innovazione. L’azienda è di 116 ettari, coltivati a frumento, mais ed erba medica, con una mandria di 850 bovine e una produzione annua di 65mila quintali all’anno. Il percorso di ammodernamento ha portato alla costruzione di una nuova stalla, di una sala di mungitura e di strumenti per il raffrescamento in grado di garantire, insieme, un livello elevato di benessere animale, quale elemento cardine sul quale fondare un’intelligente crescita aziendale.

– Latteria San Pietro di Cerlongo di Goito

Premio Agricoltura mantovanaVentinove soci, una produzione annua di circa 50mila forme di Grana Padano e una spiccata attenzione ad innovare, ingredienti che hanno portato la struttura guidata da Stefano Pezzini a un fatturato di 19 milioni di euro.
La Latteria Agricola San Pietro ha messo a punto un software sperimentale per tracciare tutto il percorso della filiera lattiero casearia, dal mais alla lavorazione del formaggio, fornendo così informazioni utili agli allevatori, alle cooperative coinvolte e ai consumatori.
La Latteria San Pietro, inoltre, è un brillante esempio di diversificazione, grazie alla produzione di Grana Padano biologico e kosher.

– Vivaio Gremizzi di Asola

Premio Agricoltura mantovanaÈ una realtà all’avanguardia al servizio della filiera orticola di qualità, un esempio di innovazione ed eccellenza nel panorama lombardo. L’azienda agricola che Sergio Gremizzi conduce ad Asola insieme alla moglie Vilma e le figlie Micaela e Ilaria (oltre a una ventina di persone tra dipendenti e stagionali), è una realtà che si estende su 2,5 ettari di serre hi-tech, in cui crescono circa 100 milioni di piantine di ortaggi in foglia: insalata, radicchio, cavolfiore, sedano, finocchio, prezzemolo, basilico e altre erbe aromatiche). Numeri da capogiro per una realtà proiettata nel futuro.

– Stefano Chiesa di Canneto sull’Oglio

Premio Agricoltura mantovana aL’economia circolare e la multifunzione saranno sempre più il futuro dell’agricoltura sostenibile e l’azienda agricola Chiesa Virginio – gestita insieme alla moglie Chiara Bolsieri e ai figli Alessandro, Stefano, Maria Elena è un esempio a livello europeo.
Nata come azienda cerealicola ad indirizzo lattiero, dal 1990 è passata all’allevamento bovino da carne e dal 2008 ha affiancato la produzione di biogas, alimentato con le bucce di pomodoro raccolta dai coltivatori sparsi in Pianura Padana, ottimizzando così anche l’attività di autotrasporto.
Oggi l’azienda collabora con la Stazione sperimentale per l’industria conserviera di Parma in un progetto ambizioso di realizzazione di una speciale eco-vernice, ottenuta attraverso la cutina, resina ottenuta dalle bucce di pomodoro.
A consegnare i premi sono stati: la consigliera Regione Lombardia  Anna Lisa Baroni, il consigliere Regione Lombardia  Andrea Fiasconaro, la consigliera Ersaf Ilaria Berra, l’Assessore Gianni Fava e  il Presidente di Fiera Millenaria Giovanni Sala.
Fiera Millenaria, con il patrocinio di East Lombardy Regione Europea della Gastronomia 2017, si sviluppa su centoventimila metri quadrati di superficie e si propone come tramite diretto tra agricoltori e consumatori.  Punto focale dell’esposizione è Mantova Golosa, area da 1.400 metri quadrati che promuove l’agroalimentare mantovano, con un occhio attento anche al biologico e alla biodiversità (Millenaria Bio).
Per approfondire tematiche gastronomiche  e per deliziare il palato di appassionati ed esperti, si terranno più di 100 cooking show, presentazioni, dibattiti, lezioni di cucina e degustazioni e ci sarà anche il racconto, dalla viva voce degli agricoltori, dei prodotti alimentari d’eccellenza.

 Per il programma completo e tutte le informazioni: www.fieramillenaria.it.

 

 

claudia.dimeglio
ADMINISTRATOR
PROFILE

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Cancel reply

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos