Bologna: ARTE FIERA

Bologna: ARTE FIERA

Dal 2 al 5 febbraio 2018, con preview il 1° febbraio, nei padiglioni 25 e 26 di BolognaFiere, si svolgerà Arte Fiera, la prima fiera d’arte moderna e contemporanea in Italia per età e fatturato: da 42 anni, infatti, è autorevole fulcro del mercato dell’arte nazionale. Già 150 importanti gallerie hanno confermato che trasformeranno BolognaFiere

Dal 2 al 5 febbraio 2018, con preview il 1° febbraio, nei padiglioni 25 e 26 di BolognaFiere, si svolgerà Arte Fiera, la prima fiera d’arte moderna e contemporanea in Italia per età e fatturato: da 42 anni, infatti, è autorevole fulcro del mercato dell’arte nazionale.

Già 150 importanti gallerie hanno confermato che trasformeranno BolognaFiere in grande piattaforma di arte e dibattito su moderno e contemporaneo. Ad esse si aggiungeranno 30 espositori legati a editoria, grafica e creatività, per un totale di 180 presenze.
Angela Vettese, per il secondo anno alle redini della direzione artistica, mantiene il taglio curatoriale della fiera proseguendo la svolta avviata nel 2017, ma arricchisce la kermesse di fondamentali momenti di approfondimento dedicati sia ai singoli artisti che alla riflessione teorica. Con grande attenzione rivolta specificatamente al panorama italiano e alla sostanza dei contenuti, Arte Fiera 2018 mantiene il suo ruolo di fiera italiana per eccellenza; Bologna, in questo contesto, si propone secondo la sua migliore tradizione come città “dotta”, capace di focus critici così come di momenti sperimentali, non incline alla spettacolarizzazione globalizzata dell’arte e del suo mercato.
Pur mantenendo l’architettura costruita lo scorso anno, Arte Fiera 2018 propone alcune importanti novità.
In programma il 2 e il 3 febbraio il convegno internazionale a cura di Angela Vettese con Clarissa Ricci, intitolato Tra mostra e fiera: entre chien et loup, organizzato in collaborazione con l’Università IUAV di Venezia con il patrocinio dell’Università di Bologna, sul tema della crescente ibridazione tra mostre e fiere: un argomento hot, ma fino a ora poco indagato forse a causa della persistente resistenza di storici, curatori, teorici a mettere in relazione arte e mercato. Gli incontri saranno a cura di Clarissa Ricci, Cristina Baldacci e Camilla Salvaneschi e vi partecipano accademici, artisti, critici, curatori, editor e altri attori dell’art system. Tra i relatori di spicco anticipiamo la presenza di Terry Smith, Bruce Altshuler e John Rajchman.
Nella Main Section della fiera avrà luogo la sottosezione Modernity, il cui concept si rintraccia nell’etimologia del termine: Modernity non come arte moderna, correntemente intesa come arte del primo Novecento, ma come attualità, dalla radice latina modo. All’interno di alcuni stand verranno dunque allestite piccole mostre personali di artisti meritevoli di uno sguardo attento. L’intento è quello di creare un percorso tra artisti diversi per epoca, nazionalità e movimento di afferenza, accomunati dal fil rouge della peculiare rilevanza che distingue il loro lavoro e al coraggio che i galleristi dimostrano nel presentarli.
Sono stati pertanto selezionati: Galleria Alessandra Bonomo • Joan Jonas (USA 1936) – Galleria Maurizio Corraini• Giosetta Fioroni (Italia 1932) – Galleria De’ Foscherari • Gianni Piacentino (Italia 1945) – Galleria Umberto di Marino • Eugenio Spinoza (Venezuela 1950) – Galleria Six • Terry Atkinson (Gran Bretagna, 1939) – Guastalla Centro Arte • Marino Marini (Italia 1901-1980) – Galleria Guidi & Schoen • Olivo Barbieri (Italia 1954) – Galleria Michela Rizzo • Martino Genchi (Italia 1982) – Nuova Galleria Morone • Maria Lai (Italia 1919-2013) – Prometeogallery • Regina José Galindo (Guatemala, 1974) – Studio Guastalla • Emilio Isgrò (Italia 1937)
Si rafforza ulteriormente il legame con la città e la sezione POLIS quest’anno si arricchisce con nuove declinazioni.
POLIS / ARTWORKS comprende installazioni in suggestivi e imprevisti spazi in città, a cura di Angela Vettese con il coordinamento di Nicolas Ballario e in collaborazione con alcune gallerie che partecipano ad Arte Fiera. In mostra opere di: Vito Acconci (USA, 1940-2017) • Galleria Osart, Milano – Andreco (Italia 1978) • Galleria Traffic, Bergamo – Valerio Berruti (Italia 1977) • Galleria MARCOROSSI, Milano, Pietrasanta (LU), Verona – Alik Cavaliere (Italia 1926- 98) Galleria Niccoli, Parma – Mario Cresci (Italia 1942) • Galleria MLB Maria Livia Brunelli, Ferrara – Luigi Mainolfi (Italia 1948) • Galleria Paola Verrengia & C., Salerno – Rachele Maistrello (Italia 1986) • Galleria Metronom, Modena – Sanna Kannisto (Finlandia1974) • Galleria Metronom, Modena – Giuseppe De Mattia (Italia 1980) • Galleria Materia, Roma – Dennis Oppenheim (Usa, 1938-2011) • Galleria Montrasio Arte / KM Ø, Milano, Monza (MB) – Luigi Veronesi (Italia 1908-1998) • Galleria10 A.M. ART, Milano
POLIS / CINEMA, La comunità che viene, a cura di Mark Nash, è una rassegna di film che si tiene sia in fiera che al MAMbo e che riflette sull’identità comunista e postcomunista di una gran parte della cultura sia bolognese che italiana. Assumendo Pierpaolo Pasolini come trait d’union con l’esposizione che lo stesso Nash curò lo scorso anno presso il Museo Archeologico, si pone come un’indagine di immagini del passato che ancora hanno ripercussioni irrisolte o inconsapevoli sul presente.
POLIS / GALERIE, THE WORKSHOP, evento performativo al Collegio Venturoli, progetto Art City co-prodotto da Arte Fiera a cura di Chiara Vecchiarelli: interventi performativi disseminati sia in fiera che in città, che riflettono sul formato della galleria come dispositivo di attivazione dell’opera-tempo.
POLIS / BBQ, a cura di Mia D. Suppiej, progetto che connette il lavoro di artist run space e spazi no profit sorti negli ultimi anni a Bologna e offre uno scorcio sulla scena indipendente dell’arte contemporanea in città, con un calendario di mostre, performance e opening.
Infine, si dilata con ulteriori proposte PRINTVILLE, a cura di Amedeo Martegani, la innovativa sezione dedicata alla stampa e alle opere multiple, che come lo scorso anno accoglie i visitatori di Arte Fiera 2018 all’inizio del percorso espositivo.

Info: www.artefiera.it

Giovanni Scotti

giovanni
AUTHOR
PROFILE

Posts Carousel



Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos