A Milano Apritimoda, l’evento che apre i luoghi piu’ esclusivi della moda

A Milano Apritimoda, l’evento che apre i luoghi piu’ esclusivi della moda

Al via la terza edizione di APRITIMODA, l’evento che permette di visitare  nella città di Milano i luoghi nascosti e spesso inaccessibili dei più importanti atelier di moda, iconiche istituzioni e laboratori artigianali simbolo dell’identità del Made in Italy. L’evento è stato presentato presso la prestigiosa Sala dell’Orologio di Palazzo Marino, presenti al tavolo dei

Al via la terza edizione di APRITIMODA, l’evento che permette di visitare  nella città di Milano i luoghi nascosti e spesso inaccessibili dei più importanti atelier di moda, iconiche istituzioni e laboratori artigianali simbolo dell’identità del Made in Italy.

L’evento è stato presentato presso la prestigiosa Sala dell’Orologio di Palazzo Marino, presenti al tavolo dei relatori Giuseppe Sala Sindaco di Milano, Cristina Tajani Assessore a Politiche del Lavoro, Attività Produttive, Commercio e Risorse Umane, Cinzia Sasso ideatrice di APRITIMODA e Carlo Capasa, Presidente della Camera Nazionale della Moda Italiana, assieme ai quali sono intervenuti Stefania Lazzaroni Direttore della Fondazione Altagamma, Alessandra de Nitto Direttore degli Eventi e delle Attività Editoriali della Fondazione Cologni dei Mestieri d’Arte e Giulia Pirovano Presidente della Piattaforma Sistema Formativo Moda.
Dopo la prima edizione milanese – tenutasi nel 2017 – e quella fiorentina – avvenuta nel marzo 2018 – torna a Milano sabato 18 e domenica 19 maggio la terza edizione di APRITIMODA evento realizzato con il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali (MIBAC), del Comune di Milano, di Confcommercio Milano, della Fondazione Altagamma, del FAI – Fondo Ambiente Italiano e di Confindustria Moda, il sostegno della Camera Nazionale della Moda Italiana, della Fondazione Cologni dei Mestieri d’Arte e la collaborazione della Piattaforma Sistema Formativo Moda.
Spesso si rimane colpiti dalle realizzazioni frutto del genio creativo delle grandi firme della moda. Questo è reso possibile da tanti aspetti “invisibili”, un dietro le quinte senza di cui sarebbe impossibile ottenere quella cura e qualità artigiana riconosciuta in tutto il mondo.
Ora, grazie ad APRITIMODA dodici grandi maison del Made in Italy – Alberta Ferretti, Agnona, Antonio Marras, Brunello Cucinelli, Curiel, Ermenegildo Zegna, Giorgio Armani, Herno, Moncler, Prada, Trussardi e Versace – oltre a due iconiche istituzioni quali Fondazione Gianfranco Ferré e Laboratori del Teatro alla Scala e il laboratorio artigiano Pino Grasso Ricami metteranno a disposizione dei visitatori i propri headquarter e atelier per visite libere o su prenotazione per mostrare quanto di più rappresentativo identifica la creatività, lo stile e l’accoglienza che li caratterizza.
APRITIMODA è il frutto della collaborazione dei promotori, delle istituzioni, delle maison e dei partner ma anche della passione degli studenti che assieme alle maison rappresentano il cuore dell’iniziativa. Son infatti oltre 300 i ragazzi che hanno aderito, attraverso la Piattaforma Sistema Formativo Moda, per diventare le guide ufficiali della manifestazione.
Un ringraziamento speciale ai partner che sostengono la manifestazione: American Express, Artemide, Banca Generali, Eataly, Euler Hermes, illycaffè, San Pellegrino e SEA.

“Con questa iniziativa – ha detto il Sindaco di Milano, Giuseppe Sala – si potrà entrare nelle più prestigiose case di moda che hanno sede a Milano e capire come dal genio degli stilisti espresso sui tavoli da disegno e dall’arte del saper tagliare, cucire e realizzare dei laboratori sartoriali nascono la bellezza e lo stile che, da oltre un secolo, rappresentano la nostra città a livello internazionale. Un orgoglio tutto milanese frutto delle capacità e del talento di donne e uomini mai sazi di innovare, stupire e incantare usando tessuti, colori e ornamenti. A tutti loro il nostro grazie e l’invito a continuare con passione sulla strada che li ha resi in Italia e nel mondo una vera eccellenza”.

“Grazie al progetto APRITIMODA, giunto alla sua seconda edizione, proseguiamo nella positiva esperienza diaprire il mondo della moda e della cultura del dettaglio ai tanti appassionati del Made in Italy. Soprattutto diamo la possibilità ai giovani di scoprire il grande patrimonio manifatturiero italiano fatto di artigianalità,ricerca nei materiali e creatività. Un’ occasione concreta per conoscere e scoprire come nel comparto del fashion non esista soltanto il ruolo creativo dello stilista ma tante figure professionali altrettanto indispensabili alla nascita di un capo, figure che sono il vero segno distintivo del made in Italy e che possono rappresentare concrete opportunità occupazionali” così ha commentato l’iniziativa l’Assessore alle Politiche per il Lavoro, Attività produttive, Moda e Design Cristina Tajani.

“APRITIMODA quest’anno è ancora più bella e ancora più ricca. Se la parola d’ordine della prima edizione era sorpresa, quest’anno è lavoro. Insieme agli atelier dei nomi da sogno che ci rendono famosi nel mondo, aprono anche luoghi di produzione, fabbriche e laboratori di alta artigianalità. Un grazie enorme a tutti: ai grandi del Made in Italy che con generosità hanno accettato di aprire le porte dei loro spazi privati e di accogliere i visitatori; agli oltre 300 studenti che partecipano direttamente alle giornate e che potrebbero essere i <grandi> di domani; agli sponsor che hanno reso possibile la realizzazione di questo progetto, un vero atto d’amore per il nostro Paese che vince solo mettendosi insieme e facendo sistema” ha ricordato Cinzia Sasso, ideatrice di APRITIMODA.

“APRITIMODA già nelle sue precedenti edizioni ha dimostrato di essere un progetto vincente, che ha riscosso un grande successo di pubblico. Siamo orgogliosi che molti brand associati a Camera Nazionale della ModaItaliana supportino attivamente quest’iniziativa, aprendo le porte di luoghi esclusivi, dando a tutta la città a tutta la città la grande opportunità di partecipare. Momenti di narrazione come questo sono fondamentali per creare consapevolezza, stimolare curiosità, ispirare le future generazioni” ha dichiarato Carlo Capasa, Presidente Camera Nazionale della Moda Italiana.

Giulia Pirovano, da un anno Presidente della Piattaforma Sistema Formativo Moda ribadisce: “La sinergia con APRITIMODA si inserisce in un progetto continuativo di collaborazione tra Piattaforma e il mondo della moda al fine di coinvolgere gli studenti delle scuole e delle accademie in un link diretto fra studenti e aziende, per trasformare la formazione in esperienza diretta con i brand più importanti del Made in Italy. Il nostro sforzo maggiore è volto all’organizzazione di eventi durante l’anno per cogliere occasioni di collaborazione in modo continuativo. Da entità inaccessibili, gli atelier devono diventare centri di una nuova offerta culturale e capaci di trasformarsi in opportunità formative e professionali per le future generazioni di professionisti del sistema moda.”

“Altagamma è felice di sostenere anche quest’anno un’iniziativa che valorizza l’eccellenza manifatturiera” ha affermato Stefania Lazzaroni, Direttore Generale di Altagamma. “Dietro il fascino e il prestigio dei grandi brand culturali e creativi, tra cui quelli della moda, esiste un mondo fatto di persone e Saper Fare manuale. I giovani vanno avvicinati a questo mondo e APRITIMODA è un’iniziativa che si allinea anche a questa necessità strategica per le industrie creative del Made in Italy”.

“La moda crea sogni. E intorno a questi sogni lavorano con mano esperta e mente creativa i grandi artigiani”- ha commentato Franco Cologni, Presidente della Fondazione Cologni dei Mestieri d’Arte. “Artigiani che sono i veri artefici dell’eccellenza. Senza anguste evocazioni di un passato ormai irripetibile, lavorano ogni giorno con passione evocando quegli scenari di dialogo tra creatività e mestiere che ci aiutano a credere, e a sapere, che solo la consapevolezza umana e il talento consentono la creazione, la protezione, la trasmissione del bello”.

APRITIMODA: le aperture straordinarie. Dettagli e orari su www.apritimoda.it

ALBERTA FERRETTI, apre le porte di Palazzo Donizetti, situato nel centro storico di Milano, dove hanno sede gli showroom e l’ufficio comunicazione di Alberta Ferretti e di alcuni dei marchi del Gruppo Aeffe. I saloni del piano nobile, che sono stati spesso la cornice di sfilate-evento, saranno allestiti con una selezione di abiti da sera e una sala sarà riservata all’ultima collezione “Love Me”, creata per stimolare la riflessione sull’urgenza che ha assunto il problema ecologico a livello mondiale. Palazzo Donizetti, via Donizetti 48 – Visita guidata a ingresso libero sabato 18 maggio dalle 11 alle 19
AGNONA, il quartiere generale milanese si trova in via Tortona 37, in quel che era il distretto industriale più vicino al centro città, sede di grandi officine siderurgiche e meccaniche e trasformato dall’architetto Matteo Thun in un complesso multifunzionale. In questi spazi verrà ricreata una parte museale per raccontare il brand dalla sua nascita ad oggi e una parte interattiva per mostrare la lavorazione dei tessuti fino al prodotto finito con un allestimento dei capi iconici. Agnona, via Tortona 37 – Visita guidata interattiva a ingresso libero sabato 18 maggio e domenica 19 maggio dalle 11 alle 19
ANTONIO MARRAS, apre la sede del Circolo Marras, nato sulle ceneri di un’officina meccanica poco distante dell’ex Ansaldo, dove all’interno del civico 8 di via Cola di Rienzo si trova anche un incredibile giardino. Una vera esplosione di alberi, fiori, colori, luci, ceramiche e vecchi e preziosi mobili. Su prenotazione sarà possibile realizzare, con i materiali messi a disposizione, una personalissima t-shirt all’Antonio Marras, eventualmente acquistabile dai partecipanti al workshop.
Circolo Marras, via Cola di Rienzo 8 – Visita guidata a ingresso libero all’atelier sabato 18 maggio e domenica 19 maggio dalle 11 alle 19. Workshop su prenotazione con 10 persone per turno sabato 18 maggio e domenica 19 maggio h.11-14-17
BRUNELLO CUCINELLI, la casa di moda specializzata in cashmere e fondata dall’omonimo imprenditore umbro, aprirà le porte degli spazi di via Montello 16, sede storica milanese del brand, dove, grazie all’impiego di materiali naturali quali legno, ceramiche e manufatti originali umbri, in un cortile stile vecchia Milano, si respira l’atmosfera di Solomeo, il borgo medievale alle porte di Perugia, restaurato completamente in un percorso lungo oltre 30 anni da Brunello Cucinelli come centro e realizzazione di un’idea etica ed umanista del lavoro. Brunello Cucinelli, viale Montello 16 – Visita a ingresso libero sabato 18 maggio e domenica 19 maggio dalle 11 alle 19
CURIEL, la storica maison di alta moda aprirà al pubblico con visite a ingresso libero l’atelier di via Montenapoleone 13 nel cuore del quadrilatero della moda in una palazzina ottocentesca. Lo spazio poliedrico ospita due saloni principali e un laboratorio di sartoria dove sono custoditi gli abiti e l’archivio cartaceo, oltre agli uffici di Raffaella e Gigliola Curiel. I lavori di ristrutturazione hanno portato alla luce, sotto una vecchia boiserie, dei magnifici affreschi. Curiel, via Montenapoleone 13 – Visita guidata a ingresso libero sabato 18 maggio e domenica 19 maggio dalle 11 alle 18
ERMENEGILDO ZEGNA, appuntamento sabato 18 maggio in via Savona 56 sede dell’headquarter milanese per partire alla scoperta del luogo dove Zegna è nata e produce: la fabbrica di Trivero, vicino a Biella. Viaggio in pullman, visita alla fabbrica, visita a casa Zegna e alla mostra di Michelangelo ed Ettore Pistoletto, poi immersione nell’Oasi Zegna e pranzo con specialità del territorio, tutto organizzato esclusivamente per questa speciale occasione. Ermenegildo Zegna, via Savona 56 per ritrovo – Visita alla sede di Ermenegildo Zegna a Trivero (BI) sabato 18maggio con partenza in autobus alle ore 9 e ritorno a Milano previsto per le ore 17. L’autobus ha una capienza massima di 50 posti. Per la visita è richiesta la prenotazione e un contributo di euro 20.
FONDAZIONE GIANFRANCO FERRÉ, apre la sua sede in zona Tortona, all’interno dell’ex area industriale completamente ripensata da Matteo Thun e quindi trasformata in un complesso di cinque edifici, nel cuore della Milano della creatività. All’interno della sede di Fondazione Gianfranco Ferré, costituita nel 2008, attraverso visite guidate ad accesso libero sarà possibile visionare il patrimonio creativo e culturale costruito negli anni dallo stilista Gianfranco Ferré. Un viaggio tra disegni originali, oggetti personali ed etnici raccolti durante i suoi viaggi e una selezione iconica di abiti che hanno fatto la storia della maison. Fondazione Gianfranco Ferré, via Tortona 37 – Visita guidata a ingresso libero sabato 18 maggio e domenica 19 maggio dalle 11 alle 18 con i volontari di APRITIMODA e del FAI.
GIORGIO ARMANI, aprirà le porte dell’Armani/Teatro di via Bergognone 59, lo spazio progettato dall’architetto Tadao Ando. In questa occasione nel teatro saranno esposti alcuni preziosi abiti indossati da grandi attrici tra cui Sharon Stone, Jodie Foster e Angelina Jolie, e appartenenti alla sezione permanente‘Stars’ dell’Armani/Silos. All’interno dello spazio sarà proiettato inoltre il video della sfilata Giorgio Armani donna per il prossimo autunno inverno. Giorgio Armani, via Bergognone 59 – Visita guidata a ingresso libero sabato 18 maggio e domenica 19 maggio dalle 11 alle 18
HERNO, l’appuntamento è in via Solari 37 nell’edificio post-industriale dove l’azienda ha il suo quartiere generale milanese. Da qui, si raggiungerà Lesa, il paese del Lago Maggiore che ospita la sede storica dell’azienda: un opificio dalla classica struttura ottocentesca, incorniciato dentro un nuovo ingresso che con l’uso del legno, della pietra e del verde verticale integra la fabbrica nell’ambiente circostante. All’interno sarà possibile vedere i più moderni macchinari e una collezione di opere d’arte, insieme ai vecchi tavoloni della sala taglio. HERNO, via Solari 37 – Visita guidata alla sede di Lesa (NO) sabato 18 maggio e domenica 19 maggio con partenza in autobus alle ore 9.30 e 15 e ritorno a Milano previsto per le ore 14.30 e 19.30. L’autobus ha una capienza massima di 50 posti. Per la visita è richiesta la prenotazione.
LABORATORI DEL TEATRO ALLA SCALA, apriranno gli spazi di via Bergognone 34 dove sarà eccezionalmente svelato al pubblico il lavoro di coloro che si occupano di ogni aspetto che sta dietro la scena teatrale lontano dai riflettori, costumisti, scenografi, falegnami e scultori: un enorme patrimonio culturale che dal 1911 ad oggi è composto da 60 000 costumi, appartenenti in media a 280 allestimenti. Laboratori del Teatro alla Scala, via Bergognone 34 – Visita guidata a ingresso libero con i volontari di APRITIMODA e del FAI sabato 18 maggio e domenica 19 maggio dalle 11 alle 17
MONCLER, apre al pubblico il suo headquarter a Milano in via Solari 33 offrendo ai visitatori l’opportunità di visitare il luogo dove tutto ha origine. Qui si trova il nucleo dove prende vita la creatività del marchio e da dove la sua unicità viene diffusa in tutto il mondo attraverso un prodotto, il piumino, che negli anni è diventato un’icona nelle sue molteplici forme e variazioni. Moncler, via Solari 33 – Visite guidate su prenotazione sabato 18 maggio
PRADA, aprirà le porte del quartiere generale milanese, un complesso di edifici ex industriali che si estende su 10000 mq tra via Bergamo e via Fogazzaro. Per l’occasione, Prada propone il progetto Prada Invites – una serie di collaborazioni con architetti e designer sull’universo dell’iconico nylon – con un originale allestimento nello spazio polifunzionale aperto ai diversi linguaggi della comunicazione, sede di sfilate e altri eventi del Gruppo Prada. La visita prevede inoltre un’esperienza di realtà virtuale 3D legata all’iniziativa Prada Invites. Prada, via Bergamo 21 – Visita guidata a ingresso libero sabato 18 maggio
TRUSSARDI, aprirà Trussardi alla Scala, palazzo ottocentesco all’angolo con la piazza e in faccia al Teatro, trasformato in uno spazio polifunzionale che ospita il flagship store, il Café & il Ristorante e gli showroom. Il quinto piano verrà allestito con i materiali del progetto Archive+Now. Uno sguardo contemporaneo alla storia del brand dove i capi di archivio, le immagini più iconografiche, i prodotti di lifestyle prendono vita attraverso immagini e video realizzati da alcune delle più interessanti e giovani realtà creative italiane.
Trussardi, Piazza della Scala 5 – Visita guidata a ingresso libero fino a esaurimento posti sabato 18 maggio e domenica 19 maggio dalle 11 alle 18
VERSACE, in via Gesù, la più discreta ed elegante delle vie del Quadrilatero, incastonata tra via Montenapoleone e via della Spiga, in un suggestivo palazzo nobiliare sarà aperta alla visita la casa-studio nella quale Gianni Versace viveva e lavorava. Qui, negli antichi saloni con gli stucchi sul soffitto e nel giardinocaratterizzato dall’iconico mosaico della Borbone, si respira l’anima dell’iconico marchio della Medusa. Versace, via Gesù 12 – Visite guidate su prenotazione sabato 18 maggio e domenica 19 maggio
PINO GRASSO RICAMI, apre il laboratorio artigianale dove nascono i ricami preziosi per gli abiti dei marchi più importanti dell’alta moda. Si potranno visitare il laboratorio e l’archivio dove sarà possibile comprendere come è nata l’arte artigianale del ricamo capace di trasformare cristalli Swarovski, coralli, paillettes, legno, plastica, semi, terracotta in decorazioni uniche e preziose. Pino Grasso Ricami, via Simone d’Orsenigo 25 – 27 – Visite guidate libere ma con prenotazione solo sabato 18 maggio dalle 10 alle 18. Orario gruppi: 10-12-14-16.

APRITIMODA è su Instagram segui l’hashtag #Apritimoda

anna.rubinetto
ADMINISTRATOR
PROFILE

Posts Carousel



Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos