Inaugurato  il polo di inclusione ” Fondazione La Comune ” socio lavorativo dedicato a persone con disabilità intellettiva e area verde in costante dialogo con la comunità territoriale.

Alle porte di Milano, è stato inaugurato oggi a Cornaredo Il Giardino di Fondazione La Comune, dedicato a progetti di socializzazione, di formazione e d’inserimento nel mondo del lavoro di persone con disabilità intellettive. Passa sotto la proprietà di Fondazione La Comune un ettaro e mezzo di terreno, appartenuto all’ex azienda agricola di Cornaredo “Il Giardino del Loto”, acquisizione finanziata da Fondazione Riva, Fondazione De Agostini, Fondazione Mon Soleil, Technical spa e diversi privati. “L’iniziativa rimette al centro la persona con disabilità intellettiva intesa come una risorsa per la società. Considerare le persone con difficoltà dei semplici fruitori passivi di servizi alimenta il concetto di assistenzialismo e non di benessere”, commenta Marco Marzagalli, presidente della Fondazione La Comune. “Il percorso proposto da Il Giardino di Fondazione La Comune è un cammino di crescita verso l’autodeterminazione e l’autonomia, potenziando la vita di relazione anche attraverso la scoperta delle proprie abilità professionali che costituiranno prerogative per l’inserimento nel mondo del lavoro e contributo attivo verso la società stessa”. 

Dopo un attento lavoro di riordino degli spazi verdi, che il 20 aprile ha visto coinvolti i sostenitori della Fondazione e un gruppo di persone detenute nel Carcere di Bollate in qualità di volontari, parte da oggi la piena operatività di Il Giardino di Fondazione La Comune, dove ogni talento può sbocciare. Nell’ottica del welfare di comunità e dell’inclusione, l’iniziativa è una chiara espressione di quello che rappresenta “Il Giardino” inteso come luogo che accoglie la cittadinanza, i giovani con disabilità intellettiva, le famiglie, centri diurni e associazioni che si occupano di persone con disabilità, volontari, scolaresche e aziende.

Tra gli altri, all’evento di inaugurazione hanno preso parte Diana De Marchi Consigliera delegata alle Politiche del Lavoro, Politiche Sociali, Pari opportunità di Città metropolitana, i presidenti di Fondazione Riva e Fondazione De Agostini, e rappresentanti di Fondazione Mon Soleil, Fondazione Cariplo e Fondazione di Comunità Milano.

La partecipazione di giovani con disabilità intellettiva alla cura del verde è un progetto di Fondazione La Comune partito nel 2020, successivamente alle positive iniziative di co-housing iniziato nel 2014, allo scopo di costruire la vita indipendente delle persone con disabilità intellettiva.

Il Giardino potrà accogliere giovani con disabilità che vengono con diverse motivazioni; dalla ricerca di un luogo di ben-essere a scopo socializzante all’opportunità di iniziare un processo di formazione sulle competenze trasversali e professionali al fine di entrare in un percorso lavorativo attraverso tirocini retribuiti e assunzioni in Art.14. La compresenza di giovani con propositi diversi consente di beneficiare di un contesto stimolante verso l’incremento del proprio impegno.

I giovani si districheranno tra serre per ogni tipo di cultura, canali di irrigazione e attrezzature varie per la semina e la cura di diverse varietà di piante. Il Giardino di Fondazione La Comune coltiva in modo sostenibile e a km zero varietà di fiori stagionali e utilizzando solo prodotti fitosanitari naturali. I giovani, accompagnati nel loro percorso da un’équipe di giardinieri ed educatori, forniscono fiori all’ingrosso, servizi di catering floreali a privati, aziende ed enti che si potranno rivolgere direttamente presso i due negozi di Milano Fiori all’Occhiello (via Adige 6 e via Trivulzio 20), dove lavorano giovani con disabilità affiancati a professionisti del settore, e attraverso e-commerce.

Il Giardino collabora con le aziende per le iniziative dedicate di team building presso i propri campi, eventi promozionali e progetti condivisi. La disponibilità di un Disability Manager, inoltre, non solo aiuta il giovane con disabilità ad orientarsi verso il lavoro più adatto, a seguito del suo percorso formativo, ma interviene in azienda per rendere l’ambiente più idoneo per il lavoratore.

Le imprese possono attivare convenzioni in art. 14 con Fondazione La Comune per cui è la Fondazione stessa ad assumere la persona svantaggiata e a trovare il più corretto collocamento all’interno dell’organizzazione aziendale, ottenendo in questo modo beneficio sia per il dipendente che per l’azienda che scomputa il lavoratore. 

Fondazione la Comune finora ha attivato a favore dei giovani con disabilità 5 assunzioni, di cui 3 in art. 14, 12 tirocini retribuiti e circa 30 giovani hanno concluso il percorso di formazione in assetto lavorativo. Oltre il 35% dei dipendenti di Fondazione La Comune sono persone con disabilità cognitiva grave.

I progetti sociali di Fondazione La Comune hanno ottenuto sostegno da Regione Lombardia, Città Metropolitana, Comune di Milano, Fondazione di Comunità Milano, Intesa Sanpaolo attraverso il Programma Formula in collaborazione con CESVI, Fondazione Peppino Vismara, Fondazione Riva, Fondazione De Agostini, Fondazione Mon Soleil e da numerosi privati.

Fondazione La Comune

L’impresa Sociale Fondazione La Comune è un ente del terzo settore iscritto al RUNTS. Nata dalla volontà dell’originaria Associazione La Comune costituita nel 1987, la Fondazione dal 2019 sviluppa in modo specifico i progetti sociali rivolti alle fragilità, fornendo tutti i mezzi per garantire un’autentica autonomia ai propri beneficiari. Inoltre, in ottica di una società più inclusiva, aperta e attenta al proprio sviluppo sostenibile, La Fondazione risponde concretamente in modo innovativo ai bisogni collettivi attraverso un modello di imprenditoria sociale generativo e replicabile, garantendo quindi la sostenibilità degli interventi e creando relazioni di valore.

Più in dettaglio, Fondazione La Comune promuove percorsi di vita indipendente, accompagna giovani con disabilità intellettiva in un percorso di vita adulta, facendo leva principalmente su tre fondamenti: la casa, il lavoro e la gestione delle relazioni. Progetti di co-housing, attivi dal 2014, volti all’abitare indipendente dove giovani con disabilità intellettiva vivono insieme a coetanei non disabili, sono affiancati dal 2020 a percorsi di formazione e inserimento lavorativo e sociale, che hanno ora luogo presso Il Giardino di Fondazione La Comune di Cornaredo e presso i due negozi Fiori all’Occhiello di Milano.

Le aziende che decidono di collaborare con Fondazione La Comune possono contare sulla qualità delle relazioni esistenti di Fondazione sul territorio che valorizzano l’impegno delle Aziende, con un’importante ricaduta in termini di consenso e di potenziamento della reputazione, fiducia e miglioramento delle relazioni verso gli stakeholder.