Con il supporto di FS Treni Turistici Italiani quest’anno UNITALSI potrà effettuare uno speciale Treno Bianco, destinato al trasporto di ammalati a Lourdes, dedicato ai bambini

UNITALSI (Unione Nazionale Italiana Trasporto Ammalati a Lourdes e Santuari Internazionali) è nata nel 1903 allo scopo di trasportare nei santuari cattolici, e prima di tutto a Lourdes, gli ammalati che per le loro condizioni fisiche non erano in grado di muoversi se non con il treno.

Anche se molti pensano che si vada a Lourdes solo con la speranza di ricevere una miracolosa guarigione, tanti, e in primo luogo i volontari di UNITALSI, viaggiano per sperimentare veramente il senso di comunità, per essere “Chiesa in cammino” e per superare la solitudine e l’individualismo.

Dopo alcuni anni di interruzione, dovuti al Covid ed anche a difficoltà di transito sulle linee ferroviarie francesi, torna nella programmazione delle partenze di questa stagione un pellegrinaggio interamente dedicato ai bambini e alle loro famiglie. La presentazione del “Treno dei bambini – pellegrinaggio Nazionale dei Piccoli UNITALSI”, nato grazie alla collaborazione con FS Treni Turistici Italiani, in programma dal 16 al 22 maggio e dal tema “C’era una volta…, ma anche oggi”, ha avuto luogo nella Sala Presidenziale della stazione di Roma Ostiense.

Presentato il “Treno dei bambini – pellegrinaggio Nazionale dei Piccoli UNITALSI

A illustrare l’iniziativa, il Presidente Nazionale UNITALSI, Rocco Palese; il Presidente Fondazione FS Italiane,  Mons. Liberio Andreatta; e Luigi Cantamessa, Amministratore delegato di FS Treni Turistici Italiani, la nuova impresa parte del Polo Passeggeri del Gruppo FS, nata per offrire servizi ferroviari pensati e calibrati per un turismo di qualità, che gestisce anche i charter religiosi.

Presenti anche l’Assessore alla Mobilità del Comune di Roma Eugenio Patanè, il Presidente di FS Treni Turistici Italiani Alessandro Vannini Scatoli e i vicepresidenti nazionali UNITALSI Cosimo Cilli e Sabatino Di Serafino. A completare la presentazione è stato anche proiettato un video messaggio di auguri da parte dell’onorevole Michela Vittoria Brambilla, Presidente della Commissione parlamentare per l’infanzia e l’adolescenza, mentre è stato letto un testo di ringraziamento del Ministro per le disabilità Alessandra Locatelli.

Un treno speciale attraverserà tutto il Paese e accompagnerà verso Lourdes circa 450 soci, di cui 140 tra bambini diversamente abili e piccoli pazienti degli ospedali pediatrici italiani, dall’ospedale Gaslini di Genova al Bambino Gesù di Roma, con i quali l’associazione attraverso il Progetto dei Piccoli collabora da anni. Il pellegrino più giovane iscritto finora ha sei mesi.

Al gruppo si uniranno anche i bambini ospiti delle case-famiglia dell’UNITALSI dislocate sul territorio e nate nell’ambito del Progetto dei Piccoli da cui prende il nome il viaggio.

Un accompagnamento… di favola per i piccoli viaggiatori

I volontari dell’UNITALSI accompagneranno i bambini e i ragazzi fino ai 14 anni insieme alle loro famiglie, in un percorso fatto di fiaba, curiosità e speranza ispirati dall’ambiente fantastico della favola di Pinocchio, il celebre racconto di Carlo Collodi, che diventerà compagno di viaggio e di avventure vissute dai bambini durante tutto il pellegrinaggio ad iniziare proprio dal treno della speranza. Alcuni dei volontari viaggeranno perfino truccati da clown per divertire e distrarre i piccoli ospiti durante il lungo viaggio.

Il pellegrinaggio dei piccoli è il primo dei viaggi tematici che l’UNITALSI propone per essere sempre più vicina ai propri soci e a chi ancora non conosce l’Associazione, creando eventi dedicati per essere accanto ad ogni tipo di fragilità.

Ugo Dell’Arciprete