Bere regolarmente e’ salute

Bere regolarmente e’ salute

Farmacieunite organizza la prima Giornata dell’Acqua in Farmacia l’iniziativa si terrà il 15 luglio presso le farmacie aderenti, ai pazienti un vademecum una bottiglietta d’acqua e sali minerali Uno dei più importanti elementi naturali che contribuiscono al nostro benessere e’ l’acqua.
”E’ per questo motivo che – spiega il Presidente di Farmacieunite, Franco Gariboldi Muschietti –

Farmacieunite organizza la prima Giornata dell’Acqua in Farmacia l’iniziativa si terrà il 15 luglio presso le farmacie aderenti, ai pazienti un vademecum una bottiglietta d’acqua e sali minerali

Uno dei più importanti elementi naturali che contribuiscono al nostro benessere e’ l’acqua.
”E’ per questo motivo che – spiega il Presidente di Farmacieunite, Franco Gariboldi Muschietti – che le farmacie aderenti a Farmacieunite, per il tramite di Farmarca, hanno deciso di varare una campagna di sensibilizzazione verso la corretta assunzione quotidiana di acqua. In estate e’ importantissimo bere, sopratutto a fronte di fenomeni di ondate di calore a volte molto importanti: due litri al giorno (fatta salva una diversa eventuale indicazione del medico curante) sono necessari per idratare il nostro corpo adeguatamente. Ricordiamolo sempre: bere regolarmente e’ salute. Questo progetto, che rientra in una visione nuova e più ampia del nostro ruolo, contribuisce a far emergere la figura del farmacista come punto di riferimento non solo per la cura delle malattie ma anche in termini di offerta di salute e ricerca di un corretto stile di vita”.

Perciò il prossimo 15 luglio Farmacieunite organizza “La Giornata dell’Acqua in Farmacia”: “ad ogni persona che si dovrà recare in farmacia – spiega il Presidente di Farmarca, Mimmo d’Agostino – verrà consegnato un vademecum, su come comportarsi nei caldi giorni d’estate, con una bottiglietta da mezzo litro d’acqua: un invito a non dimenticarsi di bere regolarmente durante tutta la giornata. E con una bustina di sali minerali ricordiamo anche che è necessario mantenere il giusto apporto degli stessi”. E’ risaputo che a dover stare più attente “sono le persone anziane – spiega Giuseppe Losego, del Consiglio dell’Oridine dei Farmacisti di Treviso – le quali possono sviluppare rapidamente disidratazione non sentendo facilmente lo stimolo a bere. In generale, però, una serie di semplici abitudini comportamentali e misure di prevenzione possono contribuire a ridurre notevolmente le conseguenze nocive delle ondate di calore”.

“Siamo molto orgogliosi di partecipare a questa importante iniziativa – commenta il direttore del marketing di Acqua Minerale San Benedetto, Vincenzo Tundo -, in quanto l’attenzione alla salute del consumatore fa da sempre parte del nostro DNA aziendale”.

“Per noi l’acqua è una risorsa preziosa e naturalmente protetta – continua – dunque la sua purezza incontaminata e la sua leggerezza possono essere molto utili al nostro benessere. Da ciò discende anche il nostro impegno a rispettare l’ecosistema – precisa Tundo – tanto che dal 2009 abbiamo attivato una partnership con il Ministero dell’Ambiente con l’obiettivo di sviluppare uno studio per la misurazione dell’impronta di carbonio e di puntare ad una progressiva riduzione delle emissioni di gas effetto serra. In questi anni – aggiunge – abbiamo reso i nostri processi sempre più efficienti, riducendo l’energia impiegata, progettando bottiglie più leggere, con meno plastica e più PET rigenerato, cioè prodotto partendo da altre bottiglie”.

Infine Tundo segnala alcuni risultati. “La riduzione delle emissioni di CO2eq sull’intera linea di Acqua Minerale del 19,4% nel periodo 2008-2012 – esordisce -, e l’uso del 50% di rPet, attualmente la percentuale massima consentita a noma di legge, per produrre la bottiglia da 1 L Easy. Nel 2014, infine, abbiamo tagliato nuovi traguardi di sostenibilità con il progetto Ecogreen, che – precisa – è la prima linea di Acqua Minerale in Italia a ricevere dal Ministero dell’Ambiente il logo del programma per la valutazione dell’impronta ambientale. In tutti i formati della linea, le emissioni di CO2eq – conclude – sono compensate attraverso l’acquisto di crediti che finanziano progetti di riduzione di gas effetto serra”.

Posts Carousel



Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos