Dal 21 al 24 settembre 2018 ritorna WHITE al Tortona Fashion District di Milano

Dal 21 al 24 settembre 2018 ritorna WHITE al Tortona Fashion District di Milano

Dal 21 al 24 settembre 2018 ritorna WHITE al Tortona Fashion District di Milano, una manifestazione unica ed originale in costante crescita. Grazie allo sviluppo dell’ hub di Tortona 31, all’interno di un vecchio opificio ora ristrutturato si troveranno varie  location autonome,  che ospiteranno pop up store, aree speciali, e di ricerca internazionali, oltre alle temporary

Dal 21 al 24 settembre 2018 ritorna WHITE al Tortona Fashion District di Milano, una manifestazione unica ed originale in costante crescita. Grazie allo sviluppo dell’ hub di Tortona 31, all’interno di un vecchio opificio ora ristrutturato si troveranno varie  location autonome,  che ospiteranno pop up store, aree speciali, e di ricerca internazionali, oltre alle temporary showroom di brand come Ilaria Nistri, forte_forte e Fila.

Un dato che conferma WHITE e il Tortona Fashion District essere il polo più dinamico e vitale nella settimana della moda milanese. Un distretto oggi imprescindibile su cui WHITE ha scommesso sin dall’inizio, investendo con un approccio innovativo nel mondo fieristico: un successo confermato anche dal fatto che, dopo aver esplorato diverse location, tornano su via Tortona anche altri player del settore.
Oggi WHITE – trade show patrocinato dal Comune di Milano – si sviluppa su quattro location, una superficie allestita di circa 22.000 mq, 562 marchi (375 brand italiani, 187 esteri) di cui 243 new entry esposti nelle location tra Tortona 27 | Superstudio Più, Tortona 31 | Opificio, Tortona 35 | Hotel NHow e Tortona 54|Ex Ansaldo: l’ampliamento della parte espositiva dimostra come le aziende, gli operatori e i buyer considerino sempre più WHITE la piattaforma di riferimento marketing-oriented sia per le aziende consolidate, sia per i brand di tendenza.
Si riconferma, infatti, anche il timing del salone programmato su 4 giorni (21-24 settembre) e l’importante sinergia con la città di Milano e Camera Nazionale della Moda, per rendere la fashion week milanese sempre più internazionale e ricca di eventi.
«Anno dopo anno WHITE continua a evolvere nei numeri: ad oggi gli espositori sono 562 , tra nazionali e internazionali, una crescita che si consolida sempre di più tra gli operatori del settore e sui media che considerano WHITE come la migliore occasione per valorizzare la creatività di tante aziende e giovani stilisti. Talenti che, proprio qui, possono sperimentare le proprie idee e i nuovi linguaggi per tramutarli in opportunità di mercato e di stile. Un percorso di promozione messo in moto grazie anche alla collaborazione con il Comune di Milano – così commenta l’Assessore alla Moda e Design del Comune di Milano, Cristina Tajani. Quest’anno – conclude l’Assessore Tajani – grazie alla seconda edizione di “Milano XL” e alle sue sei installazioni, proseguiamo nel racconto diffuso del Made in Italy, con l’unico obiettivo di promuovere in modo concreto e creativo l’immagine dell’Italia e del suo sistema moda: dalla moda alla cosmesi, dall’occhialeria al gioiello, passando dal tessile alla calzatura sino al mondo degli accessori». «Già da un paio di stagioni Milano e WHITE crescono in modo importante – commenta Massimiliano Bizzi, founder di WHITE – grazie alle iniziative e attività organizzate a livello di sistema, come ad esempio il progetto Milano XL e la sinergia tra le fiere in date ravvicinate. E’ un importante cammino quello intrapreso da WHITE che continua a produrre risultati importanti per le aziende moda e per un settore trainante per l’economia italiana». Proprio partendo da Milano, ma con sguardo globale, WHITE ha scelto Fiorucci come Special Guest del salone. Una storia tutta italiana, iniziata a Milano nel 1967 con l’inimitabile Elio Fiorucci definito il “paladino della moda democratica”. Grazie al suo spirito libero e passione per l’arte, Fiorucci ha rivoluzionato il mercato della moda. Nel 2015 il brand è stato acquisito da Janie e Stephen Schaffer, che lo hanno rilevato puntando sui suoi valori come ironia, heritage italiano, contaminazioni con l’arte e la musica, attraverso una strategia multicanale, iniziata con l’apertura del pluripremiato Flagship store nel cuore di Londra Soho. La nuova direzione creativa della label ha già suscitato l’interesse di numerose celebrities internazionali come Will.I.AM, Brooklyn Beckham, Kendall Jenner, Gigi Hadid, Kourtney Kardashian, tanto per citarne alcune. Per la prima volta dal rilancio, Fiorucci torna protagonista a Milano con una suggestiva area speciale all’interno di WHITE, in Tortona 27 Superstudio Più, dove è molto attesa da buyer e stampa internazionali la nuova collezione P/E 2019. Le sorprese non finiscono qui. Sarà inoltre aperto un Fiorucci Pop Up Store (aperto al pubblico) nella location di WHITE Tortona 31 | Archiproducts, dove si potrà acquistare la collezione A/I 2018, giocata su tessuti olografici brillanti abbinati a jersey, vinili, denim, t-shirt e felpe over, con l’iconica stampa degli angioletti. «Fiorucci è il primo marchio lifestyle e concept store che unisce la musica, l’arte e la moda in un unico grande brand. Con la prima storica apertura dello store Fiorucci, avvenuta a Milano, siamo orgogliosi di prendere parte al salone White, per riportare il label alle gloriose origini – afferma Janie Schaffer”- titolare del marchio Fiorucci». Commenta Massimiliano Bizzi, fondatore di WHITE: «Proprio come Fiorucci, WHITE è nato a Milano con l’idea di portare la moda alle persone, con un format e un approccio non convenzionale e libero. Non solo rendiamo un omaggio a un grande innovatore, che mi ha sempre ispirato con la sua visione, ma siamo entusiasti di poter contribuire al rilancio del brand e al suo ritorno che parte proprio da Milano a WHITE».

Progetto Showroom Connection
WHITE  Showroom Connection è il progetto nato per collegare e promuovere all’interno del salone le aziende con le rispettive showroom. Da sempre WHITE vuole essere un punto nevralgico di congiunzione tra il brand e la showroom, offrendo servizi mirati di marketing, di immagine e comunicazione offline e online, tre chiavi di lettura moderna nell’intendere una fiera che non è più solo una fiera. Il format, quindi, si rinnova e diventa più strategico, alcuni marchi che hanno aderito a Showroom Connection, come Fiorucci, Fila, Liviana Conti e TPN e TPN X Lotto saranno protagonisti di un innovativo concept espositivo. Una speciale art direction dello spazio all’interno del salone a cura degli stylist e visual di Vogue #Shareable, unit speciale di Vogue Italia, darà vita a look creati mixando i capi e gli accessori dei brand con un tocco del tutto editoriale per avvicinarsi al mondo digitale. Il tutto sarà coordinato e diffuso attraverso scatti fotografici ad hoc, e a una comunicazione di forte impatto digital su Instagram, il social media per eccellenza, che rappresenta uno strumento oggi imprescindibile per le aziende moda.
Special Project di WHITE è il brand belga A.F. VANDEVORST che è presente al Tortona 27 | Superstudio Più, all’interno di un’area speciale con la nuova collezione, mentre al Tortona 31|Archiproducts il duo di Anversa realizza una speciale installazione e pop up store (aperto al pubblico) per celebrare l’anniversario del brand che compie 20 anni. Tutto inizia nel 1987 quando An Vandevorst e Filip Arickx si sono incontrati il primo giorno di scuola alla Royal Academy of Fine Arts di Anversa. Per il 20° anniversario di carriera – celebrato con la pubblicazione di ENDE NEU, un libro retrospettivo che narra la storia della maison – A.F.Vandevorst mette in scena a WHITE Milano uno spazio emozionale in cui non solo si potrà rivivere la loro estetica e passione per le arti visive, ma anche acquistare una capsule collection di t-shirt, borse e abbigliamento. Inoltre il brand – grazie al supporto di WHITE – sfila in calendario di CNMI sabato 22 settembre alle ore 17.00.
Cresce in modo importante il Tortona 31 | Opificio grazie al mix tra aziende consolidate e marchi di ricerca, oltre ad ospitare alcune temporary showroom come quello di Ilaria Nistri, forte_forte e Fila, marchio reso famoso da diversi sportivi degli anni Settanta e Ottanta, oggi in grande rilancio. Tutte queste aziende hanno scelto il Tortona Fashion District per le loro temporary showroom aperte non solo durante la fashion week ma per la campagna vendita. Sempre al Tortona 31|Archiproducts l’area speciale in collaborazione con il tradeshow olandese MODEFABRIEK, che porta a Milano una selezione dei brand più rappresentativi della propria realtà, come Femmes Du Sud, Ruigrok Vd W, Maium, A.Bostroem, Daily Paper e Kings of Indigo.
Lucel van den Hoeven, CEO di Modefabriek, commenta: «Siamo davvero felici di collaborare con White. L’iniziativa si integra perfettamente con tutti i nostri progetti, come Modefabriek, il nostro salone di moda internazionale di Amsterdam, e Denim Days, il nostro festival itinerante dedicato al jeans. Crediamo che questa collaborazione rappresenti un modo di sviluppare interessanti opportunità di business per il futuro. Questo è il motivo per cui siamo felici di collaborare con WHITE portando a Milano i marchi olandesi, dove incontreranno un’audience attenta e internazionale».
Nel segno della ricerca internazionale è il focus sulle avanguardie della moda belga con lo Special Project “The Belgian Focus”. In sinergia con Flanders DC – Flanders District of Creativity – la piattaforma belga di supporto e promozione delle giovani imprese creative, WHITE ospita una selezione accurata di sette brand provenienti dal Belgio. I marchi vanno a comporre un’offerta womenswear eterogenea e completa, dall’abbigliamento alla calzatura, dalla pelletteria alla lingerie, fino al gioiello. Protagonisti di “The Belgian Focus” sono: Ophelia Lingerie con il suo intimo sostenibile, Morobé, la luxury label di calzature street couture; le stampe tessili esclusive di Marylène Madou; il design elegante, funzionale e sostenibile delle borse firmate Lies Mertens; i motif colorful, handmade, etici ed esclusivi dell’abbigliamento firmato Mooiloop; il design minimal eppur innovativo dei gioielli firmati Studio Collect; Helder Antwerp con le sue versatili creazioni.
E infine, sempre al Tortona 31, si valorizza il saper fare italiano con l’area Interspazio che ospita Sharra Pagano, simbolo dell’italian style e storico brand di gioielleria, fondato a Milano nel 1969 da Lino Raggi. E ancora l’artigianalità nell’area Showroom 31 dedicata al Made in Italy, con aziende come le scarpe da sera e gli accessori di Daniele Amato, le sneaker lavorate a mano di Fabiano Ricci, fino alle camicie gioiello di Pourquoi me by Elena Montagano.
«La nostra strategia di sviluppo continua su più fronti – commenta Brenda Bellei, CEO di M.SEVENTY – grazie ai continui investimenti, come è stato a giugno, e con l’ampliamento degli spazi nel Tortona District, ma soprattutto con l’implementazione nella prossima edizione di gennaio 2019. Svilupperemo interessanti collaborazioni internazionali con partner di primo piano e rinnoveremo anche per il 2019 la partnership con ICE – Agenzia, Confartigianato Imprese e Conf. Export, per sviluppare opportunità di business per le aziende italiane, promuovendo l’incoming di prestigiosi buyer internazionali e, soprattutto, agevolando la presenza delle aziende che promuoviamo sui mercati esteri».

 

anna.rubinetto
ADMINISTRATOR
PROFILE

Posts Carousel



Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos