Il giustilizialismo incoerente di certa sinistra

Il giustilizialismo incoerente di certa sinistra

La Lega vota a favore per l’autorizzazione al processo di Salvini per il caso Gregoretti, come richiesto dal suo leader, lo stesso Salvini. I partiti di maggioranza (PD,M5S,LeU), disertano la Giunta per l’autorizzazioni e accusano il capo della Lega di teatrino politico e vittimismo, tutto indirizzato per scopi elettoralistici. Ancora una volta il Partito Democratico

La Lega vota a favore per l’autorizzazione al processo di Salvini per il caso Gregoretti, come richiesto dal suo leader, lo stesso Salvini.

I partiti di maggioranza (PD,M5S,LeU), disertano la Giunta per l’autorizzazioni e accusano il capo della Lega di teatrino politico e vittimismo, tutto indirizzato per scopi elettoralistici.
Ancora una volta il Partito Democratico e gli ex comunisti, post comunisti, neo comunisti, para-comunisti, mutano opinione , abiurando i loro dogmi ideologici.
Per anni, la litania recitata da parlamentari e rappresentati del PCI e declinazioni postume, declamava a gran voce che ogni indagato politico non deve difendersi DAL processo, ma NEL processo.
Come scordarsi i casi giudiziari legati a Tangentopoli (il più emblematico quello di B.Craxi, di cui ricorreva domenica il ventennale dalla morte), gli innumerevoli processi e indagini nei confronti di Berlusconi.
Ecco che, nel solco della tradizione forcaiola, l’inquisizione mediatica e politica si incentra contro il leader del centro destra che ora ha le fattezze di M.Salvini.
Incoerenza assoluta dei giacobini giustizialisti.
Un’ incoerenza giustificata dalla loro spasmodica bramosia manettara atta ad eliminare il loro pericoloso competiror.
Una bramosia che viene soddisfatta pienamente solo se il rinvio a giudizio VIENE decretato dal loro voto.
Un voto che ha insito in loro il giudizio definitivo e aprioristico di colpevolezza.
Massimo Puricelli
Castellanza(VA)

Posts Carousel



Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos