Il 20 febbraio alla stazione Centrale di Milano i vertici del Gruppo FS Italiane hanno presentato a stampa e stakeholders il Polo MERCITALIA, che si candida ad essere il nuovo soggetto trainante, nel Paese, del business del trasporto merci e della logistica integrata (da sinistra in foto Gioia Ghezzi presidente di FS Italiane, Graziano Delrio, ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Marco Gosso, amministratore delegato di MERCITALIA Logistics, Renato Mazzoncini, amministratore delegato di FS Italiane e Ivan Soncini, presidente di MERCITALIA Logistics).

Il Polo MERCITALIA è un unico grande raggruppamento delle società del Gruppo FS Italiane che operano nel business del trasporto merci e della logistica, ed è composto dalle società:

  • MERCITALIA Logistics, la Capogruppo che risponde direttamente alla holding FS Italiane,  specializzata nella valorizzazione degli asset immobiliari a destinazione logistica e in attività di logistica integrata.
  • MERCITALIA Rail, la maggiore impresa ferroviaria merci italiana con 500 mln € di fatturato annuo.
  • Gruppo TX Logistik, la seconda più grande impresa ferroviaria merci in Germania, attiva in numerosi Paesi europei.
  • CEMAT, il più grande operatore del trasporto combinato in Italia ed il terzo in Europa
  • MERCITALIA Transport & Services, specializzata nei servizi di trasporto su gomma e di logistica a valore aggiunto.
  • MERCITALIA Terminal, uno dei maggiori gestori di terminal intermodali in
  • TERALP (Terminal Alp Transit), specializzata nella realizzazione di infrastrutture terminalistiche all’avanguardia.
  • TLF società per la commercializzazione di servizi di logistica in Francia.

Il Polo MERCITALIA, che è operativo da gennaio 2017 e dispone di una flotta di circa 600 locomotori e 26 mila vagoni, avrà il compito di risanare e rilanciare il business merci del Gruppo FS Italiane, sviluppando soluzioni integrate di trasporto merci e logistica che permettano di valorizzare la modalità ferroviaria puntando a raggiungere l’utile già nel 2018 ed il raddoppio dei ricavi in dieci anni (dal miliardo fatturato nel 2016 ad oltre 2 miliardi nel 2026).

Il Polo MERCITALIA (4.000 dipendenti) prevede nel Piano Industriale 2017-2026 investimenti per 1,5 miliardi di euro: oltre 1 miliardo per il materiale rotabile, 100 milioni per i terminal intermodali (previsti nuovi impianti a Milano, Brescia e Piacenza) in asse con il Gottardo e il Core Corridor Reno-Alpi (Genova – Rotterdam), 100 milioni per l’information technology & sicurezza e circa 250 milioni in acquisizioni di aziende per espandere il business. Si tratta dell’investimento complessivo più significativo che le Ferrovie italiane abbiano mai fatto nel settore.

Un’attenzione particolare verrà dedicata al rilancio delle attività internazionali che hanno il punto di forza in Tx Logistik, la società del Polo con base in Germania che ambisce a diventare cost/quality leader nei servizi di trazione ferroviaria, da e per l’Italia, sui grandi Core Corridors europei di traffico merci transalpini.

Già avviato il rinnovo del materiale rotabile: MERCITALIA Rail ha sottoscritto due contratti di noleggio full maintenance per 20 nuove locomotive elettriche. Inoltre, tra breve sarà avviato da MERCITALIA Rail e da TX Logistik (congiuntamente) l’iter per acquisire nei prossimi anni fino a 125 nuove locomotive elettriche sia per il mercato nazionale sia per quello europeo.

Maggiori informazioni su http://www.fsitaliane.it/fsi/Il-Gruppo/Società-del-Gruppo/Mercitalia-Logistics

Ugo Dell’Arciprete