I lombardi e il Natale 2018: comportamenti d’acquisto e abitudini

I lombardi e il Natale 2018: comportamenti d’acquisto e abitudini

Il Natale italiano 2018: l’ispirazione è Social e l’acquisto online, con 9 regali a persona e una spesa prevista pari a 216 euro eBay apre uno speciale Gift Hub natalizio, una pagina dedicata ai regali di Natale in tutte le categorie merceologiche con sconti fino al -50% e spedizione rapida e gratuita, senza abbonamento 327

Il Natale italiano 2018: l’ispirazione è Social e l’acquisto online, con 9 regali a persona e una spesa prevista pari a 216 euro

eBay apre uno speciale Gift Hub natalizio, una pagina dedicata ai regali di Natale in tutte le categorie merceologiche con sconti fino al -50% e spedizione rapida e gratuita, senza abbonamento

  • 327 milioni i doni acquistati con una spesa prevista che si aggira attorno agli 8 miliardi di euro
  • Per il Natale 2018 la media di acquisto degli italiani è di 9 regali con una spesa complessiva di 216€
  • L’ispirazione è Social: 20,6 milioni di italiani useranno i social per trovare idee nuove per gli acquisti dei regali. Facebook è il più popolare: 28%. Tra i giovani (16- 24 anni), Instagram: 54% e Pinterest: 18%.
  • Un italiano su due dichiara che, rispetto al 2017, utilizzerà maggiormente il canale online per fare shopping durante le feste. Circa 6 milioni di persone sono intenzionate ad effettuare acquisti tramite smartphone.
  • Il 73,3% degli intervistati collabora con associazioni o enti caritatevoli in occasioni del periodo di Natale.
  • Promotore di un cambio di abitudini e della riscoperta del valore del regalo, eBay apre uno speciale Gift Hub natalizio, una pagina dedicata ai regali di Natale in tutte le categorie merceologiche con sconti fino al -50% e spedizione rapida e gratuita.

A Natale la tradizione non passa mai di moda. Perché se mutano le abitudini di acquisto – che lasciano sempre più spazio all’online – si intercettano differenti generazioni, a partire dai Millennial, e si rinnovano gli stili di vita, il Natale resta, sempre e comunque, sinonimo di tradizione. E non si rinuncia alla caccia al pacchetto tra luminarie e addobbi. 

Oltre il 43% degli italiani coinvolti nella nuova indagine di mercato sui comportamenti d’acquisto in previsione dello shopping natalizio condotta da eBay associa infatti in maniera imprescindibile il 25 dicembre alle consuetudini intramontabili. Prima fra tutte quella della scelta dei regali. Saranno infatti più di 327 milioni i doni che gli italiani troveranno sotto l’albero per una spesa prevista che si aggira intorno agli 8 miliardi di euro. 

eBay.it, primo marketplace in Italia con oltre 5 milioni di utenti attivi e oltre 100 milioni di prodotti nuovi in vendita in ogni momento, pone l’attenzione sul gesto di fare un regalo. Il sito eCommerce, che da sempre mette al centro le persone con le loro passioni e i loro desideri ponendosi come piazza di incontro virtuale tra domanda e offerta, si è voluto concentrare sul valore simbolico e sull’aspetto relazionale ed emotivo che il dono comporta, attraverso curiosità sulla tradizione natalizia e un’analisi dedicata all’approccio degli italiani al Natale, proprio a partire dal regalo. 

Ed è così che eBay, oltre ai risultati della nuova indagine di mercato e all’apertura di uno speciale Gift Hub natalizio, ha raccolto una serie di aneddoti e curiosità su come il regalo di Natale abbia assunto in molti casi un vero e proprio valore simbolico con significati a volte più leggeri a volte più seri. Si parte dalle origini del gesto, che non è da individuare in matrice religiosa, ma nelle vicende più lontane dell’Antica Roma quando tra il 17 e il 23 dicembre si celebravano i Saturnali, ciclo di festività della religione pagana dedicato al Dio Saturno. Guardando poi ai regali da record, curioso è il caso della Statua della Libertà di New York, considerato quello più grande e pesante della storia (ben 225 tonnellate). C’è inoltre un dono che è diventato usanza imprescindibile dei Londinesi nel corso degli anni e che cela un significato speciale: i cittadini di Oslo regalano ogni anno dal 1947 un albero di Natale che viene posizionato al centro di Trafalgar Square, come ringraziamento dell’aiuto ricevuto durante la Seconda Guerra Mondiale.  La tradizione islandese è invece il sogno di ogni bambino: il Natale si ripete per 13 giorni con 13 Babbo Natale diversi. E ancora, i regali delle Celeb che spesso puntano all’eccentricità.

GLI ITALIANI E I REGALI DI NATALE*

L’economia del regalo 

Per il Natale 2018 la media di acquisto degli italiani sarà di 9 regali. Anche gli uomini non si tirano indietro e il 26% ha dichiarato che ne comprerà tra i 6 e i 10. I millennial sembrano selezionare in modo più attento. Alla domanda “A quante persone generalmente fate il regalo?” il 64% ha risposto infatti da 3 a 5, mentre il 73% del campione over 35 ha indicato dalle 6 alle 10 persone. 

La spesa media complessiva si attesta intorno ai 216 €. Ma c’è anche un 14% del campione che afferma di avere preventivato di spendere più di 400 euro: sono 16% uomini e 13% donne. Fino ai 100€ infine è la risposta più diffusa tra i millennial (50% del campione). 

Ma a chi è destinata la quota maggiore del budget? I più fortunati sono i bambini. Per loro si spendono in media 130€. A seguire, il partner (96€) e zii e nipoti (75€). Ma anche i vicini di casa hanno un posto nel cuore degli italiani. È il campione tra i 25 e i 34 anni che spende di più per loro: 36€. Mentre nella fascia successiva che arriva a 44 anni si scende vertiginosamente a poco più di 7€.

Regali a fil di rete. L’ispirazione è social e l’acquisto online

Dentro tanta tradizione, la tecnologia avanza inesorabilmente. Computer e device sono sempre più utilizzati per fare acquisti, mentre i social si confermano come le prime fonti di ispirazione: 20,6 milioni di italiani dichiarano di usare un Social Media. Facebook è il più popolare e indicato dal 28% dei sondati.

Se ci si sofferma sulle diverse fasce di età è evidente come Instagram sia per eccellenza il Social Network dei giovani, anche a Natale. È infatti il 54% del campione tra i 16 e i 24 anni che afferma di curiosare su Instagram per trovare idee e trend, contro solo il 4% delle persone tra i 55 e i 64 anni. Anche Pinterest ha conquistato il suo spazio. Il 18% dei ragazzi fino ai 24 anni non rinuncia a questo Social per orientarsi nella scelta.

La rete diviene anche un mezzo d’acquisto sempre più gettonato. Il 53% degli intervistati dichiara che rispetto al 2017 utilizzerà maggiormente il canale online per fare shopping durante le feste. Un dato interessante è come circa 6 milioni di persone siano intenzionate ad effettuare acquisti tramite smartphone.

Alla domanda “Perché acquista il regalo di Natale in un marketplace online?”, il 44% ha risposto “Perché è più conveniente” e il 37% “Perché si trovano oggetti unici”. Ma sono interessanti anche le altre risposte. Il 27% non vuole perdere tempo. Infine, il 5% è votato alla comodità assoluta: acquistare tutto in un unico posto.

Il regalo che vorrei 

Il desiderio di ricevere un regalo in linea con le proprie passioni e interessi è il più desiderato. Quasi la metà degli italiani predilige questa tipologia di regalo, percentuale che sale fino al 53% nel caso delle donne (vs 45% degli uomini). Gli uomini invece sono più propensi all’effetto sorpresa: il 27% dichiara infatti di amare i regali inaspettati (vs 24% delle donne). 

Ma chi ha detto che a Natale si deve regalare qualcosa di utile? Il 7% degli italiani fra 16 e i 34 anni desidera invece qualcosa che rappresenti uno status symbol, anche se privo di qualsiasi utilità. 

Un dato interessante anche se piccolo, è che sono gli uomini più delle donne a volere un regalo costoso: il 3% degli uomini contro il 2% delle donne. Se consideriamo la fascia di età dei millennial, sale al 10% la percentuale di coloro che si soffermano anche sul valore economico rispetto al 5% degli over 35.

Il regalo solidale

Inoltre, non ultimo in termini di importanza anche il mondo della beneficenza, presente su eBay.it con una sezione dedicata ad associazioni e aziende che promuovono progetti solidali e che ogni anno permette di raccogliere centinaia di migliaia di euro per cause benefiche. Settore che per eccellenza ricorda come il regalare racchiuda un significato intrinseco che va oltre l’oggetto fisico: il 73,3%** degli intervistati collabora con associazioni o enti in occasione del periodo di Natale. Sono le donne a contribuire in misura maggiore a cause solidali per Natale (76,4%)**. Tra le azioni principali troviamo la donazione di alimenti (47,2%) e di vestiti e giocattoli (44,8%). La fascia dai 39 ai 65 anni è quella che in maggior misura contribuisce e finanzia azioni solidali e cause benefiche durante il periodo di Natale (75,3%).

anna.rubinetto
ADMINISTRATOR
PROFILE

Posts Carousel



Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos